Site Overlay

Controllo remoto dell’illuminazione

La gestione dell’illuminazione (dimming è un altro nome) è un’applicazione molto popolare sia per gli utenti privati che per le aziende. Particolarmente popolari sono i sistemi di controllo dell’illuminazione che offrono la possibilità di un controllo remoto centralizzato. Ulteriori informazioni sugli migliori antifurto casa.

Esempi di controllo dell’illuminazione per uso privato sono la regolazione della luce negli appartamenti e nelle case, che crea una suddivisione in zone dello spazio con una varietà di installazioni luminose e dispositivi LED, l’illuminazione del gruppo di ingresso nelle case private, l’illuminazione delle facciate, delle verande e dei viali del giardino. Qualsiasi sistema di controllo della luce può essere automatizzato, ed è il controllo automatico dell’illuminazione che può svolgere un ruolo importante nei sistemi di sicurezza delle abitazioni private. A tale scopo, il sistema è programmato in modo tale che, in assenza del proprietario, il controllo automatico crea un effetto di presenza umana nell’appartamento o nella casa, ad esempio, compresa l’illuminazione della stanza o l’illuminazione della veranda, del balcone, ecc.

Esempi brillanti dell’uso aziendale dei sistemi di controllo della luce sono la regolazione della luce sopra i tavoli nei caffè e nei bar, e la luce può essere dimmerata dai visitatori stessi utilizzando un regolatore locale al tavolo, e centralmente dal personale responsabile dell’istituzione. Il controllo della luce è richiesto anche in tutti i tipi di punti vendita al dettaglio, ad esempio per l’illuminazione di vetrine e aree di vendita, centri fitness, biliardo, ecc.

Indipendentemente dall’applicazione – privata o aziendale – per creare sistemi di controllo dell’illuminazione vengono utilizzate apparecchiature identiche: dimmer wireless (dispositivi di controllo dell’intensità luminosa), relè wireless (dispositivi di luce accesi e spenti) e controllori Z-Wave (sistema “think tank”). L’intero sistema può essere controllato automaticamente, a seconda del livello di illuminazione della stanza, dell’ora del giorno o di un determinato programma, oppure a distanza tramite un’applicazione su un dispositivo mobile (smartphone o tablet su piattaforma Android o iOS), e l’utente del sistema può vedere e controllare online il livello di illuminazione della stanza o dell’area illuminata.

Gli esempi di apparecchiature di cui sopra si riferiscono a dispositivi senza fili che operano sul canale radio 869 MHz. Questa tecnologia per la comunicazione senza fili tra i dispositivi (dimmer e relè) e il controllore principale del sistema di controllo si chiama Z-Wave.

Le principali caratteristiche distintive dei sistemi wireless Z-Wave sono:

  • Comoda installazione del sistema senza disturbare la finitura del locale. Tutti i moduli funzionano in modalità wireless a 869 MHz (ufficialmente approvati RF) e non necessitano di ulteriori cablaggi elettrici;
  • la dimensione minima dei moduli del sistema permette il loro montaggio in prese già installate dagli interruttori e dai blocchi di prese;
  • l’installazione del sistema è semplice e conveniente, non richiede professionisti appositamente formati e può essere eseguita da elettricisti professionisti;
  • Una volta installati i componenti del sistema, è possibile controllare luci, prese, tende e altri dispositivi sia attraverso l’interfaccia del controller (tramite browser, tablet, smartphone) sia attraverso gli interruttori installati in precedenza;
  • un’ampia gamma di sensori e attuatori consente l’automazione di quasi tutti gli elementi della casa;
  • scalabilità del sistema. In qualsiasi sistema precedentemente installato, è possibile aggiungere un numero quasi illimitato di elementi: moduli di controllo, sensori e sensori per espandere le funzionalità.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Solve : *
23 + 18 =